Come scegliere la pancera per la gravidanza

Durante la gravidanza avvengono una serie di cambiamenti nel corpo di una donna certo, di cui il più evidente è la crescita del pancione e l’aumento di peso. La pelle sulla pancia si tende e il peso comincia a gravare sulla schiena e sugli arti inferiori, in particolare sulle anche e sulle ginocchia. Per contrastare l’aumento di peso e la fatica di portarlo con se, si tende ad assumere posizioni più confortevoli ma talvolta pericolose per la postura e per l’apparato scheletrico. Fortunatamente, tra i vari articoli disponibili in commercio per aiutare le neo mamme a trascorrere i nove mesi con tutto il supporto possibile, esistono anche le eredi del busto delle donnine dell’ottocento, che le aiutavano a modellare le forme e ad assumere una posizione sempre corretta ed elegante. Queste eredi sono le pancere contenitive o guaine che, conservando lo stesso criterio guida dell’ottocento, si sono sviluppate con lo scopo di limitare e se possibile eliminare gli effetti collaterali derivanti dall’aumento di peso e dalla crescita della pancia durante la gravidanza.

Perché usare una pancera per gravidanza

Durante i nove mesi di gravidanza l’utero cresce per circa 700-1000 volte il suo volume, provocando talvolta lesioni superficiali cutanee o il rischio del prolasso uterino, le mammelle aumentano il volume già dal 1° mese di gravidanza, provocando un naturale atteggiamento a curvarsi in avanti e a caricare il peso sulla schiena. Si tende quindi a trovare un nuovo punto di equilibrio, spostando il baricentro della schiena , modificando cosi la posizione della colonna vertebrale che cerca di adattarsi di conseguenza. Tutto questo può comportare affaticamento pronunciato e diffuso dolore nella zona lombare e ai reni. Per poter contrastare tutto ciò ed ottenere risultati preventivi di assoluto rilievo si può ricorrere all’utilizzo di una pancera per gravidanza, di una guaina o di una fascia, scegliendo modello e forma a seconda della situazione soggettiva, della propria conformazione fisica e, perché no, a seconda dei gusti personali. Sia guaine che pancere premaman e fasce aiutano a contenere gli effetti sopra descritti, ma si differenziano per costituzione ed efficacia. La guaina è di norma composta di due pezzi separati e distinti che sono le mutandine e la fascia che deve essere indossata intorno ai fianchi e alla pancia. La pancera è invece un pezzo unico che si indossa ad avvolgere pancia, fianchi e schiena. La fascia è l’elemento più semplice di tutti, si usa con le mutandine normali e si indossa subito sotto la pancia per sostenerne il peso, quando questa è ancora piccola nei primi mesi di gravidanza. Anche se di norma tali indumenti sostentativi e contenitivi vengono indicati solamente in caso di necessità, ovvero quando emergono i primi sintomi di lombalgia o sciatalgia, se ne consiglia vivamente l’uso sin da subito, proprio per prevenire questi stati infiammatori, che sarebbe poi difficile guarire a causa della ovvia limitazione nell’assunzione di farmaci mentre si è in stato di gravidanza. Questo non è l’unico argomento a favore di un indumento contenitivo sin dai primi mesi, infatti anche un passaggio graduale da fascia a guaina e infine a pancera premaman aiuta la pelle e l’organismo ad abituarsi pian piano sia al peso da portare che al nuovo indumento da indossare. In commercio esistono diversi modelli per ogni tipo di articolo e pertanto, le righe che seguono, sono scritte apposta per aiutare le future mamme ad orientarsi nella scelta.

Quale modello di pancera per gravidanza

Innanzitutto bisogna consigliarsi col proprio ginecologo per verificare se ci sono eventuali indicazioni aggiuntive o controindicazioni cliniche nell’utilizzo di una pancera per gravidanza o nella scelta di un modello specifico. Una volta ottenuta luce verde dal proprio medico, bisogna considerare che le pancere premaman e le guaine si differenziano per modelli e per taglie, mentre le fasce, per la loro intrinseca semplicità, sono a taglia unica. Detto questo va da sé che la scelta del modello giusto di pancera deve essere fatta accuratamente, provandola prima di acquistarla, per far si che si adatti perfettamente al corpo, soprattutto per evitare che stringa troppo in alcuni punti, provocando problemi circolatori o ristagno di liquidi, che potrebbero provocare come minimo la cellulite. La panciera, particolarmente indicata a partire dal quarto mese sino a comprendere tutto il settimo mese di gravidanza, è molto semplicemente un tipo di fascia molto alta che si indossa ad avvolgere completamente la pancia, a partire dal basso ventre fino a sfiorare l’attaccatura del seno. L’avvolgimento è regolabile in funzione della crescita della pancia utilizzando la chiusura a strappo e, come già detto, essendo disponibile in diverse taglie è perfettamente adattabile alla propria corporatura. La panciera premaman potrebbe essere anche usata dopo il parto, per sostenere la colonna vertebrale a riprendere la sua posizione naturale e per agevolare il contenimento degli organi interni fino al ripristino della piena funzionalità della parete addominale. Come utile indicazione ci sono degli interessanti modelli di pancera per gravidanza disponibili, tra gli altri vari articoli, nel sito relaxsanshop.it. In particolare si segnala la fascia premaman ‘fibra d’argento’, disponibile in diverse taglie, dalla S alla XL, fabbricata con tessuto antibatterico e antistatico, particolarmente indicata per aiutare la futura mamma a mantenere una posizione corretta e a evitare sforzi inutile e eccessivi ai muscoli addominali. Grazie alla particolare chiusura, si adatta perfettamente al crescere del pancione col progredire della gravidanza, ed è completamente realizzata in Italia, con particolare attenzione alle proprietà antisettiche ed igienizzanti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *