Quotazione dell’oro, come nasce?

La quotazione oro viene stabilita giornalmente dal London Bullion Market, il mercato di riferimento internazionale per la quotazione dell’oro fisico. Il prezzo dell’oro stabilito si riferisce esclusivamente all’oro puro (999) ed è il prezzo di riferimento per tutti gli operatori professionali nel commercio di oro. Se vuoi capire di più puoi andare su www.anee.it/investire-in-oro/

Come nasce il London Bullion Market?

Possiamo dire che il primo passo verso la nascita della LBMA avvenne nel 1279 quando la Zecca Reale Inglese venne trasferita alla “Tower of London”. Tuttavia da qui alla sua nascita dovettero trascorrere ancora centinaia di anni.

In genere si tende a far coincidere la nascita del London Bullion Market al 1671 quando l’olandese Moses Mocatta si trasferì a Londra fondando la prima bullion bank, la ScotiaMocatta (oggi Bank of Scotia).

In seguito, 1676, Mocatta stabilì una partnership con la East India Company, con la quale si organizzarono spedizioni di oro, e nel 1679 ci fu la prima importazione di oro (proveniente dal Brasile) nella capitale inglese. Da allora Londra divenne il centro mondiale per la compravendita di oro.

Altro passo importante fu quando nel 1750 venne stabilito il London Good Delivery List, ossia tutta una serie di caratteristiche (utilizzate tutt’ora) che i lingotti devono rispettare e che funzionano da certificato di garanzia per gli investitori.

La nascita ufficiale del London Bullion Market risale al 12 Settembre 1919 quando venne fissata per la prima quotazione oro.

Chi stabilisce la quotazione oro?

Come detto in precedenza il primo passo per la nascita della LBMA fu la nascita della prima bullion bank. Perché? Il motivo è molto semplice. Sono queste banche, autorizzate a trattare grandi quantitativi di oro, che partecipano al London Bullion Market e stabiliscono la quotazione oro. Prima di vedere come viene stabilito il gold fixing vediamo quali sono queste banche.

Le banche che partecipano alla LBMA sono 6: Barclays, HSBC, J.P. Morgan, Scotiabank, UBS e Deutsche Bank. A onor di cronaca queste bullion bank non partecipano alla London Bullion Market Association ma al London Precious Metal Clearing Limited, la versione elettronica della LBMA.

Quest’ultima infatti effettuava le contrattazioni per via telefonica. Vista la velocità con cui, però, si muovono i mercati è stato necessario creare un mercato elettronico che fosse più adeguato alle esigenze moderne.

Come si stabilisce la quotazione oro?

La quotazione oro viene stabilita tramite un meccanismo ad asta a cui partecipano i 6 rappresentanti delle bullion bank prima citate.

A turno uno di questi presiede e la seduta e dichiara il prezzo spot dell’oro (in dollari).

In base alla quotazione dichiarata gli altri 5 rappresentanti annunciano se sono interessati all’acquisto o alla vendita di oro o semplicemente non sono interessati.

Nel caso in cui ci fossero solo compratori o solo venditori colui che presiede la seduta chiederà a quale cifra si vuole effettuare l’acquisto o la vendita ed in seguito potrà dichiarare la quotazione oro fissata se la quantità di lingotti è pari o inferiore a 50 o in alternativa modificare il prezzo verso l’alto o verso il basso.

Se invece ci fossero sia compratori sia venditori verrà richiesta la quantità di lingotti d’oro che si vuole vendere/acquistare. Se il numero di lingotti che si vogliono acquistare è inferiore a quello dei lingotti da vendere il prezzo verrà modificato verso il basso nel caso contrario la quotazione dell’oro salirà. Il processo avrà fine solamente quando domanda e offerta si incontreranno.

Nell’eventualità in cui ciò non dovesse succedere la quotazione verrà fissata pro-rata, ossia la quotazione verrà comunque dichiarata e in un secondo momento le Banche si accorderanno tra loro per raggiungere un accordo. Accordo che non andrà ad influire in alcun modo sulla quotazione oro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *